Sì, può essere difficile da gestire e il nostro cervello ci dirà di continuare a perseguire, ma dobbiamo anche sapere quando dovremmo tornare indietro e darle spazio. Tieni presente che essere sottomesso e costantemente disponibile è già una caratteristica poco attraente, ancor più una volta che una relazione si è dissolta e tu le sei molto familiare.
Cosa intendi più piccolo?Come età?Se penso ad un canarino ,in proporzione, un piccolo merlo potrebbe cmq apparirgli gigante...Quindi oltre alla territorialità penserei anche ad uno senso di minaccia , per questo il canarino diventa aggressivo...Ti direi di separarli subito; in fin dei conti non ho mai visto specie diverse nella stessa gabbia e sicuramente non un merlo con un canarino!E forse c'è un motivo logico dietro a questo.Se poi è più piccolo magari a forza di beccarlo rischia di ucciderlo.Gli permette di cibarsi almeno?O meglio si cibano delle stesse cose o il nuovo arrivato ha bisogno di altro?Non sò magari sono troppo apprensiva perchè ci tengo agli animali ...Piuttosto come ti hanno suggerito rivolgiti/telefona all'Enpa o all'associazione protezione uccelli;sapranno consigliarti meglio...

Anche se i sequestri dei genitori non possono comportare l'alienazione dei genitori, spesso vanno di pari passo. Questo video mostra come una visita traumatica può diventare per un bambino che dovrebbe odiare uno dei genitori e rifiutare le visite. In questo video, potrebbe sembrare che la madre stia "supportando" sua figlia perché l'adolescente dice che suo padre non si preoccupa dei suoi sentimenti e "fa sempre questo" per lei, ma è molto probabile che la ragazza faccia abuso emotivo e ritiro degli affetti della madre se la ragazza non si comporta in modo tale da alienare suo padre.
A evitare la confusione su ogni identità interviene tuttavia il taglio dei capitoli, costruiti come si trattasse di un diario a più voci. Voci femminili, dove però è assente la Donna Portatrice di Bene per diritto di genere. Sono presenti invece donne, ognuna definita nella precarietà delle buche su cui ha inciampato o sta per inciampare: Anna, Megan e soprattutto Rachel, la voce solista delineata nella prefazione:

Per qualche tempo pensai di abbandonare l’idea e ripartire dall’opzione numero 1, quella di una vita normale e in totale contrapposizione con la mia idea di felicità. Poi, però, pensai che dovevo provarci. Calcolai i miei risparmi, mi misi in testa di vivere riducendo al minimo le spese e poi decisi che avrei dedicato un anno della mia vita per provare a realizzare quel sogno improbabile. https://www.youtube.com/watch?v=F8Vm1rq04NI

×